martedì 5 marzo 2013

Italy: stay rebel.


Niente governo, niente papa e fra poco resteremo anche senza presidente della repubblica: scelgono questo gli italiani in cambio del ritrovamento progressivo della dignità che avevano perso tempo prima.
Nonostante la trasgressione del nostro Paese rispetto agli altri in questo momento, Napolitano ha dichiarato che l’Italia non e' un paese allo sbando e che non c'è il pericolo di contagio della crisi italiana verso il resto dell'Europa, per il semplice fatto che si contagia qualcuno quando si e' malati, e qui non e' malato nessuno.
Forse, però, dobbiamo ammettere che il nostro paese ha ancora qualche duro acciacco, come una specie di principio di influenza. Qualche colpo di tosse, qualche starnuto. Il fatto che ormai sia troppo tardi per un vaccino è una consapevolezza di tutti, per questo occorre assolutamente iniziare una cura, per cercare di salvare il salvabile. C’è ancora qualcosa che si può fare e speriamo che chi salirà al governo si comporti da valido dottore con la nostra tanto amata penisola che, a ben pensarci,, essendo a forma di stivale, avrebbe più bisogno di un calzolaio che di un dottore. Vi consiglio, inoltre, di ascoltare la canzone ‘L’Italia’ di Marco Masini, sperando che anche il nostro Paese torni a cantare sulle note più alte e a vivere un futuro migliore.  



Beatrice 

Nessun commento:

Posta un commento