giovedì 20 giugno 2013

Dammi tre parole: ecco il tormentone!


Ogni estate è caratterizzata da un ‘tormentone’, ovvero una canzone che ci accompagna, o letteralmente ci tormenta, per tutta la bella stagione.
Ho posto su ask le seguenti domande: ‘Quale credi che sarà quello di quest’anno? E a quale tormentone estivo del passato sei più legato/a? A quale di meno?’
Le risposte sono state molte e diverse fra loro.


Se per molti il tormentone rappresenta il peggior genere di musica, noioso e ripetitivo che, di solito, è rappresentato da canzoncine senza senso famose solo perché orecchiabili, commerciali ed effimere tanto da permettersi di poter durare una sola stagione, per molti riascoltare un tormentone estivo degli anni passati, dopo addirittura averlo odiato, vuol dire tornare a surfare fra le onde dei ricordi.
Se le canzoni degli ultimi anni, da Waka Waka fino a Mama Lover passando per Danza Kuduro e Tagata sono quelle più odiate.
Fra i tormentoni più amati troviamo canzoni di Lady Gaga, come Poker Face o Alejandro, Salirò di Silvestri, fino ad arrivare agli ormai eterni "Macarena", "Barbie girl", "50 special" e "Mambo number 5", "Vamos a bailar" del 2000, "Tre parole" del 2001, "Asereje" del 2002, "Ja se namorar".

E se l’estate, secondo il calendario, arriverà ufficialmente tra pochi giorni, già inizia il ‘tototormentone’.
Le belieber, ovviamente, tifano per ‘That Power’ di Will.I.Am, in collaborazione con il loro idolo, Justin Bieber, appunto. Altri rispondono ‘Pitbull ft. Christina Aguilera - Feel this moment’ pensando che abbia un buon ritmo per l'estate o canzoni come ‘Hall of Fame’ o ‘Just give me a reason’ perché, oltre ad essere molto belle, sono anche dotato di un senso.
Il più gettonato fino ad ora è Get Lucky dei francesi Daft Punk, che già invade ogni canale radio.
Sono in pochi a non provare ad indovinare. ‘Non ho idea di quale sarà il tormentone di quest'anno, perché appare dal nulla e si spegne altrettanto velocemente tutte le volte’ dice un altro.

Io, invece, che amo distinguermi dalla massa sono affezionatissima a Price Tag di Jessie J e credo che quest’estate sarà Blurred Lines di Robin Thicke ft. T.I.Pharrell a metterci i timpani k.o.
Il peggiore a mio avviso?
L’italianissimo, non so se sia un bene o un male, a voi il verdetto, Pulcino Pio: ogni volta che mi capita di sentirlo, non vedo l’ora che arrivi il trattore.


Beatrice 

1 commento:

  1. Anche io la penso come te, Blurred Lines ci tormenterà.
    Per il resto vi prego di lasciare il pulcino pio nel pollaio.
    un abbraccio c:

    RispondiElimina