venerdì 26 luglio 2013

Embrace your paste, but live for now


Su MTV imperversa la pubblicità della Pepsi cola che ha come star protagonista Beyonce. La cantante, trovandosi davanti ai riflessi negli specchi che si muovono ballando come nei video musicali di alcuni suoi passati, non del tutto, successi, come Crazy in Love o Single Ladies, dice: “Embrace your paste, but live for now”.
Ma è davvero così importante rimanere con un occhio nel passato? Non sarebbe bello poter fregarsene di tutto, lasciarsi tutto alle spalle e ricominciare tutto da capo? Senza rancori, senza rimpianti, senza ripensamenti, senza disprezzo, senza paura... Fare tutto un'altra volta, come se fosse la prima. Un ragazzo, un amico, uno sport, una disciplina, un hobby, una festa, la scuola, quelle cose che ti venivano tanto bene ma che hai smesso di fare perché tuffandoti hai bevuto dell'acqua di mare, o sei caduto dalla bicicletta o ti sei storta la caviglia pattinando.

Non sarebbe bello? Sarebbe meglio? Ma cosa sarei io se rinunciassi a ricordare e se acconsentissi a cancellare tutti i momenti che ho vissuto? Per che cosa proverei nostalgia in un pomeriggio di pioggia? A cosa servirebbe sfiorare la felicità con un dito se mi dimenticassi di averla provata? Cosa mi trasmetterebbero le fotografie o le canzoni se avessi dimenticassi tutto ciò che contengono? Sarebbe come se quei ricordi appartenessero ad altri, come se fossi uno spettatore che, dalla lontana poltroncina di una platea invisibile assistessi alla prima di uno spettacolo il cui protagonista mi assomiglia. Ma non sono io. Provare a dimenticare certe cose sarà impossibile sempre, possiamo solo imparare a convivere con i ricordi, che essi ci affliggano o che ci facciano sentire bene.

Beatrice 

Nessun commento:

Posta un commento