giovedì 25 luglio 2013

Geelati!

Scusate i due giorni di assenza, ma una giornata al mare e una bella rimpatriata fra vecchi amici mi hanno completamente distrutto. In questa calda estate romana, sono poche le cose che mi aiutano a dimenticarmi, se possibile, dell'afa cittadina: chiacchierate fra amici, andare al mare, leggere seduta sulla poltroncina della mia terrazza e un buon gelato.

Ah, con un buon gelato non si sbaglia mai.
Nonostante io non possa più mangiarlo perchè sono intollerante al lattosio, non rinuncio agli stecchi, i coni o le coppette al caffè della Valsoia o marche simili, meno calorici e, dopo che uno ci fa l'abitudine, altrettanto gustosi.
Uno strappo alla regola, però, una volta ogni tanto ci può anche stare e così mi butto sui gusti classici del gelato artigianale: crema, cioccolato fondente, cocco e stracciatella sono i miei preferiti.
Ma quanti gusti esistono di gelato? E quali sono i più strambi?

Girando nel web ne ho scoperti alcuni a dir poco bizzarri.
Plasmon, Pan di Stelle, Duplo, Kinder Bueno, Happy Hippo, Nocciutella, Nutella, Kinder Cereali, Bayles, Frola (uva fragola), Parmigiano (che si trova in un ristorante ai Navigli a Milano), torta di mele, meringa, cereali, viola, rosa, crema alla lavanda, pompelmo rosa, pinolata, basilico, crostata alle fragole (con crema di pastafrolla), anice, miele, panettone, marzapane, carota, champagne e fragoline di bosco, pasta e fagioli, alla crema di aceto balsamico, alla ricotta e poi via!                                               ...Gusti di formaggi o vini che cambiano da regione a regione e, cambiando addirittura Stato, ne troviamo ancora più strani in Giappone come aglio, salsa di soia, peperoncino, al veleno di vipera, alla lumaca, al sale, all'insalata o al curry indiano: le famose 'due code di rospo' che ogni strega metteva nel proprio pentolone nelle fiabe di quando eravamo piccini può sembrarci normale se la confrontiamo a tutto questo!
E voi quali preferite?

Un bacio virtuale e cioccolatoso (io resto sul classico ;) )

Beatrice 

Nessun commento:

Posta un commento