domenica 13 ottobre 2013

La vita nella giungla!

Ogni mattina nella savana una gazzella si sveglia e inizia a correre perchè sa che anche il leone appena alzato si metterà a correre dietro di lei per cercare di raggiungerla e mangiarla (non ho mai capito perchè in questa storia si parli di leone, quando in realtà è la leonessa a cacciare per il branco, ma continuiamo).
Sono i loro destini _mangiare ed essere mangiata_ e nessuno può farci nulla.

Allo stesso modo in una camera rosa e lilla di una casa alla periferia di Roma, mi alzo io e, proprio come la gazzella e il leone inizio a correre.
Bevo il caffè, mi lavo i denti, mi pettino, mi vesto e mi trucco di fretta ( cioè poco e male) e inizio a correre per non perdere l'autobus. E sono sia il leone che la gazzella: inseguo, ma corro ugualmente il rischio di rimanere fregata.

Poi, alle 6.21, allungherò il braccio verso la strada, l'autobus si fermerà e mi farà salire ma, a meno che non sia un autobus blu, rimarròin piedi tra il fetore ascellare di gente che evidentemente aveva ancora più fretta di me (o forse che è ecologista convinta e che non vuole utilizzare neppure un goccia d'acqua per lavarsi) e la puzza di alito di aglio talmente forte che se ci fosse un vampiro morirebbe subito.

Ma questo è il mio destino di povera diciassettenne senza motorino o minicar ( o ragazzo con motorino o minicar eheheh!) e nessuno può farci nulla.

Godiamoci perciò questa domenica e tutte le altre domeniche che il tempo ci offre, perchè qualsiasi cosa succeda di domenica, non sarà mai peggio del lunedì c;

1 commento: