lunedì 9 giugno 2014

Neo Diciottenni


"Quello che non capiscono dei compleanni e quello che non ti dicono mai è che quando hai undici anni, ne hai anche dieci, e nove, e otto, e sette, e sei, e cinque, quattro, tre, due, e uno.
E quando ti svegli il giorno del tuo undicesimo compleanno ti aspetti di sentirti un'undicenne, ma non è così. Apri gli occhi e tutto è proprio come ieri, solo che è oggi. E non ti senti affatto un'undicenne.
Ti senti come se hai ancora dieci anni. E li hai ancora — al di sotto dell'anno che ti rende un'undicenne.
Come qualche giorno puoi dire una cosa sciocca, e quella è la parte di te che ti fa ancora avere dieci anni. O magari alcuni giorni potresti sentire il bisogno di sederti in braccio a mamma, perché ha paura, e quella è la parte di te che ha cinque anni. E forse un giorno quando sarai cresciuta, forse avrai bisogno di piangere come se avessi tre anni, e va bene. [...] Perché il modo in cui cresciamo è quasi come gli anelli nel tronco di un albero, o come le mie piccole matrioske di legno l'una dentro l'altra, ogni anno dentro il prossimo."

Sandra Cisneros


È bello immaginare che dentro di noi ci sia una parte che rimanga piccola per sempre.
Specialmente ora che la maggior parte dei miei amici ed io siamo diventati maggiorenni.
Quest'anno, infatti, la maggior parte dei miei compagni di classe ed io lo siamo diventati, essendo quasi tutti nati nel 1996.

Come festeggiare il diciottesimo compleanno in maniera davvero indimenticabile?
Al di là di celebrazioni e festeggiamenti vari ( alcuni davvero in grande affittando sale o ville o altre location spettacolari e altre un po' più ristrette festeggiando con gli amici in casa propria), ciò che rende realmente indimenticabile un compleanno sono le sorprese di chi ti vuol bene.

La prima ondata di compleanni per quanto mi riguarda è finita ( rincomincerà poi a Luglio, ma quella è un'altra storia) e qui di seguito volevo condividere con voi le sorprese per i diciottesimi di quest'anno. Sono avvenimenti piuttosto personali, ma qualcuno su twitter mi ha consigliato di parlare più spesso di me e di ciò che faccio nel blog, dunque, eccoci qui.


Il primo diciottesimo risale ad Aprile, quando con alcune mie amiche sono andata a fare una sorpresa alla festeggiata a mezzanotte. Nonostante lei fosse già a letto, non è stato difficile farla alzare cantando dal cortile 'Little Things' degli One Direction e presentandosi con un lenzuolo scritto ( sì, nella foto che segue c'è anche un uovo perchè era da poco passata la Pasqua).

Little Things, One Direction
Tiziano Ferro, Il Regalo più Grande



Il compleanno che segue è stato il mio, il primo Maggio. Purtroppo, però, io mi aspettavo una sorpresa di mattina. E così è stato: le tre del compleanno precedente si sono presentate verso le nove sotto casa con un altro lenzuolo cantando prima 'Bella Ciao' e poi 'Tanti Auguri'. Come se non bastasse, avevano con loro una torta al cioccolato cucinata con le loro mani assolutamente senza lattosio, dato che ne sono intollerante. Se non è amicizia questa. 


Già, Bebba sarei io.

Jessie J, Conquer the World

Gli ultimi compleanni, susseguitosi a distanza di due giorni l'uno dall'altro, sono stati il preludio a due grandi feste con deejay, bomboniere, video e tutto il resto.

La prima sorpresa risale al cinque Giugno, quando abbiamo fatto irruzione a mezzanotte in sei in camera della festeggiata dormiente ed io, imitando il personaggio di uno sketch demenziale inventato da noi in una serata di fine Dicembre, le ho praticamente urlato nelle orecchie. 
La festeggiata, molto riconoscente evidentemente, ci ha rivolto parole poco carine, ma nonostante questo, si è quasi commossa una volta uscita di casa avendo visto ciò che avevamo in serbo per lei.

Parafrasando Lady Gaga, The Edge of Glory

Il Re Leone II, Un'Unica Realtà


L'ultima sorpresa, del 7 Giugno, è stata una dolce colazione. Anche in questo caso abbiamo fatto irruzione in casa della festeggiata, stavolta verso le nove di mattina, e l'abbiamo trovata sul divano mentre guardava un telefilm. Spaventata da rumori sospetti, ha alzato gli occhi dal televisore e ha trovato cinque ragazze in fila con un lenzuolo che, tutto ad un tratto, le hanno urlato un buon compleanno. 


Katy Perry, Teenage Dream
( La festeggiata ama la versione Glee)


Questa è la prova che basta davvero poco per rendere una giornata indimenticabile: persone che ti vogliono bene tanto da conoscere ciò che più ti piace e, naturalmente, cibo sfizioso! :)


Nessun commento:

Posta un commento