sabato 12 settembre 2015

A.S.S.O. nella manica

Hola People!

Nelle due settimane di trasferta passate dai miei zii, in uno dei pomeriggi di pioggia ( che aspettava che arrivassi io per scendere giù da nuvoloni scuri come se non ci fosse un domani) ho avuto modo di vedere A.S.S.O. nella manicaThe Duff.





Il film, di cui potete vedere il trailer ritornando poco più su, tratta le sventurate vicende di Bianca Piper, interpretata da Mae Whitmanche, nella sua vita da liceale, è sempre stata abituata a etichettare le persone che la circondavano, dalle più care amiche alle acerrime nemiche, dimenticandosi, però, di dare un'etichetta a sè stessa. Ad aprirle gli occhi sarà Wesley Rush, che porta il volto di Robbie Amell, suo sportivo vicino di casa molto popolare nella scuola che entrambi frequentano. Senza mezzi giri di parole, durante una festa, il vanitoso Wes spiegherà a Bianca come, tra le sue due amiche dalla bellezza mozzafiato _una delle quali si esprime grazie alla voce della famosa youtuber Greta Menchi ( lo avevo capito subito!)_ rappresenti, nella sua ingenuità, la ragazza D.U.F.F., Designated Ugly Fat Friend, ovvero "La brutta grassa amica designata", che nella traduzione italiana diventa l' A.S.S.O., Amica Sfigata Strategicamente Oscena. Il giovane si giustifica affermando che in ogni gruppo di amici esiste una persona A.S.S.O., indicandole, all'interno della stanza in cui si trovano, individui tali, sia di sesso femminile che maschile e, nonostante ciò, si vedrà versare il contenuto di un bicchiere addosso da Bianca, il primo di una lunga serie, prima che la ragazza corra via offesa, ma anche piuttosto suggestionata dal fatto che, forse, Wesley potrebbe non aver poi così torto.
Infastidita dalla rivelazione, sentendosi sfruttata dalle amiche, decide di tagliare i legami con loro e di fare in modo di non essere più un A.S.S.O. e, perchè no, anche fare colpo sul musicista di cui è innamorata .
Per fare in modo che ciò accada, però, ha bisogno dei consigli di un tutor prezioso che sceglierà di trovare in Wesley: Bianca lo aiuterà, in cambio, a superare gli esami di chimica, materia in cui è un vero incapace.
Nel processo di cambiamento ( così come nel rapporto fra i due giovani) troverà largo spazio l'antagonista di tutta la vicenda, la perfida e capricciosa Madison Morgan, rappresentata dalla splendida Bella Thorne che, fidanzata di Wes e youtuber che aspira ad avere grande popolarità anche a discapito degli altri, farà di tutto per disturbare e rovinare questo rapporto rinato tra i due vicini di casa.

Non voglio dire di più, poichè volevo condividere con voi poche righe Spoiler Free per non rovinare le sorprese che il film mostra alla fine. 


Nonostante sia un film ben fatto, tratto dal libro di Kody Keplinger The DUFF, la cui versione italiana naturalmente viene tradotta come Quanto ti ho odiato per non so quale assurdo motivo, risulta essere piuttosto prevedibile e scialbo. Scopriamo quasi fin dall'inizio, se non forse addirittura dal piccolo racconto che ho appena stilato, come si concluderà la storia del brutto anatroccolo che, come in ogni favola, diventerà un cigno. Destinato soprattutto ad un pubblico di adolescenti, si presenta come una pellicola leggera e dai toni vivaci, con battute divertenti e situazioni spiritose dovute, soprattutto, alla figura della mamma di Bianca che deve la sua fortuna, nella vita e nella carriera, ad una scena di un episodio dei Simpson.

Eppure, nonostante la leggerezza, sa guardare oltre e toccare le corde di tutti quei giovani e quelle giovani che si sentono un po' A.S.S.O., un po' perdenti, mai abbastanza per poter emergere nel proprio gruppo di amici. Chiunque, guardando questo film, si chiederà chi sia l'A.S.S.O. nella propria comitiva e, nel caso in cui non riuscisse a trovare risposta, si chiederà se non sia per caso lei, o lui, stessa, come dice Wesley a Bianca. Una volta interrogatosi su ciò, può scegliere se cambiare la sua condizione o meno. Se Bianca è riuscita a togliersi un'etichetta imposta dagli stupidi e immaturi regimi del liceo, questo è certo, ci può riuscire anche chi è seduto davanti allo schermo.






Canale youtube: Bea Withcoffee 


Blog principale: Bea with coffee


E ricordatevi di seguirmi ...ovunque!

     

Nessun commento:

Posta un commento