martedì 15 settembre 2015

La verità sul caso Harry Quebert

Il libro
Titolo: La verità sul caso Harry Quebert
Titolo originale: La Vérité sur l'Affaire Harry Quebert
Autore: Joel Dicker
Editore: Bompiani
Numero Di Pagine: 779
Prezzo: euro 14



"Un bel libro, Marcus, è un libro che ti dispiace aver finito."

La verità sul caso Harry Quebert è uno di quei libri che sei portato ad odiare quando tutti ne parlano lodando l'autore e descrivendolo con aggettivi come "superbo, ben scritto e, a tratti, persino divertente", mentre tu non lo hai ancora fra le mani. Poi, però, per fortuna, una volta messo gli occhi sulla prima lettera della prima riga della prima pagina del libro in questione, l'odio scompare lasciando spazio al puro interesse. Proprio così, oggi, dopo ben sei giorni di lettura ( nota bene: sei giorni per 779 pagine) sono stata triste di aver terminato il capolavoro di Joel Dicker che avevo tanto bramato la scorsa primavera.










Il protagonista, Marcus Goldman, è uno scrittore che, desideroso di realizzare le sue grandi ambizioni, dopo aver raggiunto la tanto attesa e sperata fama, cade nel più grande buco nero che possa colpire ogni scrittore: lo stress da pagina bianca, l'ansia da pagina bianca. Insomma, il blocco dello scrittore. Così, dopo parecchio tempo, Goldman, quasi sull'orlo di una crisi di nervi, contatta Harry Quebert, amico e maestro di boxe, vita e scrittura. Scrittore a sua volta ( o meglio, autore di uno dei pilastri della letteratura americana). Quebert invita Goldman a Goose Cove, nella splendida residenza che si affaccia sull'oceano, nel luogo proprio dove una trentina di anni prima Quebert aveva concepito e partorito il suo capolavoro Le origini del male. Ma a che male si riferisce il titolo del libro? Quali altre vicende sono accadute nell'estate del 1975, durante la stesura dell'opera? Sono solo due dei tanti interrogativi che riempiranno la mente di Goldman il quale si ritroverà ad indossare i panni dell'investigatore per salvare dalle ingiurie di un'accusa d'omicidio Quebert a causa del ritrovamento di un cadavere di una ragazza proprio nel giardino della sontuosa casa che lo ospita. Con una buona dose di coraggio, senza rassegnarsi, Goldman riscriverà la storia di Aurora, cittadina del New Hampshire, farà luce sulla morte della ragazza e tornerà ad essere lo scrittore di pochi anni prima. Fluido e affascinante, ogni lettera di ogni parola ( e blablabla) stimola il lettore a continuare la lettura. E, come quando mangi le patatine, ogni capitolo viene divorato dopo l'altro. Capitoli che, piacevole signolarità, sono scritti in ordine decrescente, come un conto alla rovescia. Partendo dal trentunesimo e arrivando al primo, nel quale la verità viene riportata a galla dopo tanti anni di incertezze e silenzi. 


"Saranno i tuoi fallimenti a dare sapore alle tue vittorie."

Nessun commento:

Posta un commento