sabato 12 settembre 2015

L'estate finalmente infinita sarà

Non credo.


Iniziata da neanche un mese e destinata a finire a metà settembre, con l'arrivo dei test d'ingresso universitari, non sarà di certo infinita, ma senza dubbio conserverà al suo interno una delle serate più belle fra tutti i miei ricordi. 

Un paio di sere fa, il 26 Luglio, infatti, si è tenuto all'Auditorium Parco della Musica di Roma il concerto di Fabrizio Moro, per il Tour delle Girandole, che deve il suo nome all'ultimo album del cantautore Via delle Girandole 10.

Iniziato poco dopo le 21, il concerto è stato s t r a b i l i a n t eNon vi erano effetti speciali o scenografie particolari: solo il cantante, il suo cappello, la chitarra e i musicisti alle spalle.

In poco più di un paio d'ore l'artista ha saputo portare sul palco mille emozioni cantando, talvolta urlando a squarciagola, le canzoni dell'ultimo album, dalle più profonde come Buon giorno papà La partita, la cui denuncia sociale viene celata dalla melodia allegra, ad I remember you o Alessandra sarà sempre più bella, da uno dei cui versi è stato rubato il titolo di questo post.

A quelle recenti, però, sono state aggiunte le esibizioni di un nuovo componimento Pace ( di cui trovate il video sul canale youtube beawithcoffee), le canzoni scritte per Emma Marrone e Noemi, rispettivamente La mia felicità e Sono solo parole, e, soprattutto, i vecchi cavalli di battaglia come Eppure mi hai cambiato la vita, Pensa e Libero

Dopo esser uscito di scena una prima volta, al suo ritorno si è esibito in Il peggio è passato e Il momento giusto, ascoltando la quale non ho potuto fare a meno di versare lacrimoni, un po' nostalgici e un po' amari, sorridendo in faccia al tempo che passa e alla giovinezza "che va che va, che mai più ritornerà".

Solo nel momento in cui mi sono resa conto che ogni canzone portava con sè una valigia piena di ricordi, ho riflettuto sul fatto di essere realmente cresciuta con le canzoni di Fabrizio Moro, iniziandolo a seguire da quando si esibì a Sanremo con Pensa, quando lo guardavo con gli occhi di una bambina di quarta elementare che usciva reduce da una brutta esperienza in ambito familiare, ad oggi, che sono ancora qua, stavolta quasi come matricola universitaria, saltando e applaudendo sulle note di Alessandra sarà sempre più bella


























Canale youtube: Bea Withcoffee 


Blog principale: Bea with coffee


E ricordatevi di seguirmi ...ovunque!

     

Nessun commento:

Posta un commento