sabato 12 settembre 2015

Non cercarmi mai più ( ma resta ancora un po' con me), E. Chase

TitoloNon cercarmi mai più ( ma resta ancora un po' con me)
Titolo originale: Tangled
Autrice: Emma Chase
Titolo originale: Tangled
Casa editrice: New Compton Editori
Numero di Pagine: 283
Prezzo: 9,90 euro


Se me lo avesse detto un'altra donna, sarei stato d'accordo con lei. Le avrei detto che è fortunata a starmi vicino, perchè io sono il migliore. Nessuno mi batte. Ma sentirlo da Kate? Da qualcuno di cui invidio intelligenza, di cui ammiro le opinioni? Non ho parole.


Come i suggeriscono le ciliegine in copertina, questo è un romanzo erotico. Erotico nel senso che sì, le scene di sesso occupano buona parte del libro e sono ben descritte. A ben parlare, la maggior parte del libro orbita intorno al sesso. Al sesso visto con gli occhi di un uomo, Drew Evans ( che si presenta come quello zozzo e insulso ammasso sul divano) ( sì, naturalmente è stato scritto per mano di una donna, non credo che esistano uomini capaci di armarsi di cotanta oggettività e tirarsi insulti _ .per quanto reali_ da soli).



Questo Drew, che noi vediamo per la prima volta sottoforma di acaro stravaccato  sul divano, in realtà riveste un ruolo importante.


È, infatti, un conosciutissimo uomo d'affari, erede, assieme ai figli dei soci di suo padre, nonchè suoi migliori amici ( a dirla tutta uno dei due ha anche sposato sua sorella), di una delle maggiori banche di investimento newyorkesi.

L'immagine di Drew è quindi quella del rampollo circondato da belle donne ( ne cambia una a sera, neanche fossero paia di mutande) con il chiodo fisso del lusso e del sesso, abituato ad avere tutto ciò che vuole   
( comprese le donne, nel caso non si fosse ben compreso).

Abituato a vivere seguendo ideali di un maschilismo irriverente _ che viene reso comico dal fatto che il libro sia stato scritto da una mano con lo smalto come parodia del prototipo di uomo che si identifica in Drew_ il suo stile di vita cambierà drasticamente dopo un incontro di sabato sera con una bruna che scoprirà essere, neanche due giorni dopo, una sua collega.

Anzi, una delle migliori tanto da entrare in competizione con Drew stesso e da entrare nelle grazie di suo padre.

E così, ormai duemila anni dopo, la Chase ripropone l'ormai visto e stravisto "odi et amo", che s'era inventato un certo Catullo che si rigira nella tomba ogni volta che viene nominato da cani e porci ( da me ora, ad esempio) e accostato a letture mediocri ( come questa di cui vi sto parlando ora).

Sì, perchè, non fraintendetemi, il libro in sè è scritto in maniera scorrevole ed la narrazione risulta divertente e leggera... ma nulla di più.
La storia, scritta quasi puramente a scopo commerciale ( almeno spero) è piuttosto prevedibile e, passatemi il termine alquanto negativo, insulsa.
Almeno, nonostante non lasci grandi morali e non sveli alcun mistero, lascia un gran sorriso sulle labbra ( e per una che ha letto questo libro un giorno dopo aver finito Il rumore dei tuoi passi di Valentina D'Urbano di cui vi parlo qui, non è certo poco!)

Il costo è di 9,90 euro e mai prezzo fu più azzeccato: se anche solo ne costasse 10, non varrebbe la pena di comprarlo. ( Coooosa!?! Tra il 9,90 e il 10 ci sono solo 10 centesimi di differenza? Ah, queste nuove strategie di marketing! )


Ho scoperto, inoltre, che questo rappresenta solo il primo capitolo della trilogia Tangled, a cui seguirà la narrazione dal punto di vista di Kate nel secondo volume e quella degli amici di Drew nel terzo.

Nessun commento:

Posta un commento