sabato 12 settembre 2015

Viaggio in libreria

Come forse già avrete capito, io amo leggere. Alcune si innamorano di cantanti o attori, io mi innamoro dei personaggi dei libri che leggo. Li conosco, li immagino e sogno di incontrare un ragazzo simile nella vita reale cosa che, ovviamente, non succede mai.
Ma lasciamo stare i miei poveri sogni senza speranza di avverarsi e iniziamo a parlare dei miei ‘shopping tour’. Ogni mese, infatti, puntuali come orologi, le mie amiche ed io ci rechiamo in libreria, in genere Arion o Feltrinelli, alla ricerca di qualcosa di nuovo da leggere. Abbiamo gusti molto simili e ciò ci permette di ‘risparmiare’ sugli acquisti.
‘Tu prendi quello?’
‘Sì’
‘Ecco, brava che poi me lo presti. Io ho preso questo, lo leggo e te lo passo.’

Ultimamente ho comprato due libri, per un totale di 21 euro: ‘Vorrei che fossi tu’ di Lorenza Bernardi e ‘Ogni giorno, ogni ora’ di Natasa Dragonic.
Mentre il primo l’ho divorato tra il venerdì pomeriggio, giorno in cui lo avevo comprato e il sabato mattina, innamorandomi pazzamente di Andrea, come mi capita di solito, il secondo l’ho appena iniziato. È un po’ più lungo, ma mi prende molto. L’unica cosa che non mi permette di leggere tutto in un fiato anche questo è la scuola. Maledetta scuola.
Nonostante abbia ancora un sacco di libri da leggere belli, pronti e posati sugli scaffali di camera mia o dello studiolo dove c’è il computer e la libreria di casa, già sto pensando ad altri che devo assolutamente comprare o, se non altro, farmi prestare.
Vi lascio un breve elenco.
  • Wicked, J. Spotswood;
  • Venuto al mondo, M. Mazzantini;
  • Il principe della nebbia, C.R. Zafon;
  • Dieci pericolosissime anarchiche, M. Lunardelli;
  • Angelicamente anarchico, Don Andrea Gallo;
  • Come un cane in Chiesa. Il Vangelo respira solo nelle strade, Don Andrea Gallo;
  • La bambina nata due volte, C. de Robertis.

Se li avete letti o se ne avete altri da consigliarmi, commentate sotto.
A presto e scusate se questo è il primo post dopo parecchio tempo, ma è iniziato il pentamestre, dal quale dipenderà la libertà delle mie vacanze estive, dato che un debito non ci vorrebbe proprio…

Nessun commento:

Posta un commento