lunedì 19 ottobre 2015

Il profumo, Patrick Suskind - Libro e Film

Se generalmente dopo aver letto un libro e averne vista la riproduzione cinematografica, vi capita di pensare a questo





con il caso de " Il profumo" dovrete ricredervi.


Apparso per la prima volta a puntate sulla Frankfurter Allgemeine Zeitung e sul Corriere della Sera a puntate, questo è il primo romanzo di Patrick Suskind.

Diviso in tre parti, narra la storia di Jean Baptiste Grenouille, bambino atipico in quanto privo di odore e per questo considerato figlio del demonio da ogni balia che si occupata di lui da quando la mamma fu condannata a morte e, addirittura, giudicato così pesantemente persino dal prete presso cui ha passato i suoi primi tempi di vita.
Da lì, ben presto, infatti, fu mandato a vivere in un orfanotrofio essendo, fin da subito, emarginato dai bambini, perchè visto come un ragazzo particolare e, si sa, ciò che è diverso spaventa sempre un po'.

Ancora tredicenne viene venduto dalla proprietaria dell'orfanotrofio a un conciatore presso il quale inizia a lavorare come bracciante.

Fino ad ora, però ho tralasciato la caratteristica più importante del nostro Grenouille: dalla più tenera età, infatti, così come egli era sempre stato privo di odore, era anche stato in grado di percepire qualsiasi odore all'interno di un'ampia area. Aveva carpito dal suo primo giorno di vita una quantità enorme di odori, profumi e fetori, riuscendo a trovare del tanfo in ogni essere umano ad esclusione di una ragazza dai capelli rossi che vende le prugne. Grenouille entra in contatto con lei durante una consegna nel centro cittadino, distinguendola dalla folla per la sua fragranza gradevole. Nell'atto di annusare quell'intenso profumo, però, resta talmente rapito e ipnotizzato da arrivare ad ucciderla.

Rimase, dunque, terribilmente affascinato e felice nel venire a conoscienza che, per consegne dovute al lavoro, si sarebbe dovuto recare nel laboratorio di Baldini, uno dei profumieri più stimato in città. Così, una volta giunto al cospetto dell'uomo, decide che si sarebbe fatto insegnare ogni trucco, ogni azione compiuta per fare un profumo e, soprattutto, come catturare gli odori.  Quando, però, il profumiere va in rovina, il ragazzo parte a cercare un nuovo posto in cui poter lavorare con le fragranze, ma, strada facendo, decide di ritirarsi a vivere da solo in una caverna, lontano dagli odori umani e, solo in questa circostanza, si rende conto della sua mancanza di odore riuscendo a capire quale sia il suo scopo nella vita: catturare gli odori e riuscire a creare un profumo di una gradevolezza intensa che lo renda un uomo. Privo di odore, infatti, solo riuscendo a catturare quelli umani e a mescolarli in un profumo, riuscirebbe ad ottenere il suo così rientra nella società e trova lavoro da una ricca signora.

Decide, però, di non creare semplicemente un odore che possa essere umano, ma di crearne uno che possa ammaliare l'intera razza umana e per farlo avrà bisogno del profumo di giovani ragazze vergini, come quella da lui stesso uccisa.

Il film inizia proprio dal momento in cui viene processato per i crimini commessi al fine di creare il profumo e da quel momento in un lungo flashback ripercorre la vita del protagonista fino ad arrivare alla fine, che è la medesima del libro.

Finalmente un film in grado di riuscire a mantenere una profonda fedeltà con il libro! Non vedevo una cosa del genere da "La casa degli spiriti": ne sono contentissima! 
Il film, poi, è realizzato davvero bene, con scenografie che rispecchiano l'idea che mi ero fatta in base alle descrizioni del libro e anche gli attori sembrano tagliati apposta per i loro ruoli. Velocemente trattata all'interno del film è la seconda parte del libro, la più noiosa a mio avviso, ovvero quella in cui il protagonista si trova a vivere nella caverna, in preda ai suoi squilibri e alle sue riflessioni.

Voi avete letto il libro o visto il film? Nel complesso mi son piaciuti entrambi, ma credo che per stavolta devo ammettere di esser stata maggiormente attratta dal film ( topi e scene particolari escluse!)





Canale youtube: Bea Withcoffee 


Blog principale: Bea with coffee


E ricordatevi di seguirmi ...ovunque!


                                                                                     

Nessun commento:

Posta un commento