venerdì 9 ottobre 2015

Prima settimana universitaria in pillole

Raffreddore e sonno. Mal di gola, sonno, starnuti. Che cavolo non trovo i libri. Ah, però, che bello quel ragazzo. E, soprattutto, ma tu sei delle elementari, vero?

Queste sono le frasi tormentoni della prima stancante e elettrizzante ( ma più stancante, devo essere sincera), della prima settimana di università della mia vita che forse, se avete osservato il mio profilo su instagram, sapete già essersi conclusa ieri.

Ottimi bilanci, per ora. Tre professori, uno più simpatico dell'altro, chiari nelle spiegazioni e allegri. Professori che concedono pause quasi ogni ora, soprattutto. Le file alle macchinette che son sempre troppo lunghe e che già son rotte, a neanche una settimana dall'inizio. Le file per i bagni, sempre pieni e spesso rotti anche quelli e troppo alti per me, a meno che io non abbia gli stivaloni con i tacchi ai piedi. Le file alla caffetteria, che poi è anche buffet e quindi potrei anche mangiare qualcosa di diverso dal panino ( che poi deve essere senza latte, senza formaggio, senza sottiletta, senza mozzarella e senza prosciutti vari per la mia intolleranza al lattosio) se solo trovassimo un tavolo vuoto per poter appoggiare il piatto su cui mangiare. 

Per la fila alle macchinette provvederò con un termos, per i bagni studierò gli orari meno affollati e per il cibo... studierò i vari locali della zona e le varie idee per pranzo da portare da casa.


A tutto c'è un rimedio, persino al voto sotto il 18 che spero di non prendere in Linguistica della Comunicazione.





Canale youtube: Bea Withcoffee 


Blog principale: Bea with coffee


E ricordatevi di seguirmi ...ovunque!


                                                                 

Nessun commento:

Posta un commento