giovedì 4 febbraio 2016

Sproloquio semiserio sul mese dell'amore

Che voi siate soli come un cane o appena rimasti scottati da una relazione amorosa ( che poi sempre cani siete, ma in più avete anche una zampa acciaccata, praticamente), dovrete ammettere che questo appena iniziato è il mese dell'ammmmmmore.


Love is life?*
Apatici, insensibili e cinici, saremo tutti circondati da cioccolato, oggettini romantici di Tiger,  dal rosa e dal rosso, dalle rose _sempre in numero dispari perchè si dice che pari porti male_ e cuoricini, senza neppure dover aspettare il fatidico giorno di San Valentino che, a dispetto del nome, invece di essere il patrono della moda è quello degli innamorati e patrono degli epilettici. Questo binomio conferma le famose mie teorie secondo cui l'amore sia in grado agitare i nervi di chiunque, ma questa è un'altra storia.

Fin dai primi due giorni del mese, siamo entrati con gli occhi e con il gusto, nella grande industria Perugina del cioccolato, grazie al racconto della vita di Luisa Spagnoli che ha addolcito le due prime serate di Rai Uno. Non solo la storia di una donna del futuro dotata di lavoro e ambizioni, ma anche una trovata pubblicitaria davvero appropriata a questo mese grazie al racconto della nascita del Bacio, associato ad una love story dell'impenditrice. 
Che San Valentino sarebbe, infatti, senza la motocicletta o l'ape, la televisione o il peluche portatore di cioccolatini alla nocciola, tutto rigorosamente dipinto di blu e argento? 
Sicuramente un San Valentino senza amore. O da intollerante al lattosio. O entrambe le cose contemporaneamente. 


Come se non bastasse, proprio oggi, 4 Febbraio 2016, è il centoseiesimo anniversario dalla nascita di Jacques Prévert, poeta che ha saputo parlare d'amore descrivendolo come unica salvezza, la lettura delle cui poesie farebbe diventare gli occhi a cuoricino anche a Frollo de Il gobbo di Notre Dame, ovvero l'individuo peggiore che possa esistere ( dopo il piromane che ha ucciso la mamma di Bambi, naturalmente).


I richiami Disney, in queste righe semiserie  che non vogliono lasciarsi prendere sul serio da chi legge, sono d'obbligo poichè è lì che troviamo sempre il trionfo di questo sentimento puro.


Ho deciso, per quest'anno, quindi, di dedicare i giorni di Febbraio dopo gli esami non a cercare un anello da farmi regalare per San Valentino dal mio grande amore che non ho, ma a scegliere quale film con lieto fine vedere. Rigorosamente Disney.




*La foto è stata scattata nel negozio in cui mi rifornisco per dipingere felpe e magliette. Se siete interessati, che sia per un regalo per San Valentino o per voi stessi, trovate i miei lavori su Facebook e Instagram. Per ulteriori informazioni e prezzi, contattatemi! :)




Canale youtube: Bea Withcoffee 


Blog principale: Bea with coffee


E ricordatevi di seguirmi ...ovunque!


                                                                                     

Nessun commento:

Posta un commento